La pastorale familiare

Pubblicato giorno 14 dicembre 2018 - Archivio, Pastorale Familiare

 

PASTORALE FAMILIARE

Il percorso di pastorale familiare si avvia nella nostra Parrocchia nel dicembre del 2013, fortemente voluto e spinto alla nascita dal nostro parroco don Antonino De Maio. Inizia così anche  la nostra formazione come operatori pastorali con la partecipazione ad alcuni corsi di preparazione presso la casa spirituale Armida Barelli di Alberi, durata circa due anni e che ancora prosegue con incontri  di crescita  e  partecipazioni ad eventi  , ma soprattutto il nostro ruolo ci vede impegnati a collaborare con le famiglie  in parrocchia creando reti relazionali e facilitando il confronto e la solidarietà tra famiglie,a  sostenere e coordinare le attivita’ per la promozione cristiana della vita di coppia e di famiglia radicando la nosta  forza nel Sacramento delle Nozze. Le  finalità della pastorale familiare sono :

  1. accompagnarela coppia e la famiglia a scoprire e vivere la loro vocazione (alla santità) e missione (alla vita ecclesiale e sociale).
  2. contribuire a far crescere la famiglia come chiesa domestica perché, di ritorno, questa possa aiutare la parrocchia ad essere sempre più una “famiglia di famiglie”.
  3. avviareuna pastorale familiare missionaria sulla base di un progetto che sia d’insieme:  pastorale integrata, lavorare cioè per progetti pastorali delineando obiettivi, strumenti e contenuti, tempi o tappe, risorse…

E’ guidata e coordinata dal Parroco don Antonino De Maio e da 2 coppie di sposi da lui nominate, che attualmente sono:
Luigi e Rosa Ruocco, Antonino e Teresa Aversa.

Si articola in vari ambiti:

- preparazione dei fidanzati alle nozze

- formazione permanente degli sposi

- promozione dei gruppi famiglia

- sostegno alle coppie in difficolta’

- sostegno alle situazioni difficili delle famiglie.

 

Noi team di pastorale familiare siamo fermamente convinti di quanto dice il Papa nell’udienza generale, 6 maggio 2015 e in linea con il suo pensiero cerchiamo di offrire il nostro piccolo aiuto a testimonianza della bellezza della famiglia. «Il sacramento del matrimonio è un grande atto di fede e di amore: testimonia il coraggio di credere alla bellezza dell’atto creatore di Dio e di vivere quell’amore che spinge ad andare sempre oltre, oltre sé stessi e anche oltre la stessa famiglia. La vocazione cristiana ad amare senza riserve e senza misura è quanto, con la grazia di Cristo, sta alla base anche del libero consenso che costituisce il matrimonio. […] Ci vuole coraggio per questo! Perciò quando io saluto i novelli sposi, dico: “Ecco i coraggiosi!”, perché ci vuole coraggio per amarsi così come Cristo ama la Chiesa. […] La rotta è così segnata per sempre, è la rotta dell’amore: si ama come ama Dio, per sempre. Cristo non cessa di prendersi cura della Chiesa: la ama sempre, la custodisce sempre, come se stesso. Cristo non cessa di togliere dal volto umano le macchie e le rughe di ogni genere. E’ commovente e tanto bella questa irradiazione della forza e della tenerezza di Dio che si trasmette da coppia a coppia, da famiglia a famiglia. Ha ragione san Paolo: questo è proprio un “mistero grande”! Uomini e donne, coraggiosi abbastanza per portare questo tesoro nei “vasi di creta” della nostra umanità, sono – questi uomini e queste donne così coraggiosi – sono una risorsa essenziale per la Chiesa, anche per tutto il mondo! Dio li benedica mille volte per questo!»

 Rosa e Luigi Ruocco

 

FOTO GRUPPO

FOTO GRUPPO2

Lascia un commento

  • (will not be published)