Riflessione sui doni dello Spirito Santo: la fortezza

Pubblicato giorno 5 settembre 2021 - Archivio, Riflessioni

nat

 

I doni dello Spirito: la fortezza

Usare bene il nostro intelletto ci aiuta ad essere anche più forti d’animo.

La fortezza, infatti è un altro dei sette doni dello Spirito, quella che, nelle difficoltà, ci assicura la fermezza e la costanza nella continua ricerca del bene.

La fortezza è la forza delle persone miti, è il dono che permette allo Spirito di inventare del bene che prima  non c’era, di resistere alle tentazioni, di superare gli ostacoli nella vita morale; ci rende capaci di vincere la paura e di resistere alla tempesta.

Ci sono dei momenti difficili e delle situazioni complicate in cui il dono della fortezza si manifesta in modo straordinario. È il caso di quanti fra noi si trovano ad affrontare esperienze particolarmente dure e dolorose, che sconvolgono la nostra vita e quella dei nostri cari, la fortezza risplende di fronte alla nostra fragilità, di tutti noi che viviamo una vita ordinaria con straordinario amore, compiendo ogni giorno nel silenzio piccoli gesti eroici.

Di fronte alle difficoltà della vita: siamo in grado di fare  tutto questo perché c’è lo spirito di fortezza che ci aiuta.

Diventiamo  i santi del quotidiano quando ci mostriamo  forti nel portare avanti la nostra vita, la  famiglia, il lavoro, la fede”.

Siamo noi quando non ci lasciamo trascinare dalla rabbia, dall’ irascibilità, dall’ impazienza, dai desideri impulsivi, quando sappiamo trattenere in bocca una parola sciocca o cattiva che potrebbe ferire gli altri.

Guardiamoci e riscopriamo questo dono: quante volte abbiamo dovuto essere forti pur trattenendoci con le mani il viso tra le lacrime? Quante volte abbiamo avuto una tenacia che non ci appartiene? E quante volte abbiamo dovuto andare oltre giudizi e pettegolezzi?

È il dono della fortezza che ci fa volare OLTRE, al di sopra della nostra fragilità umana, e ci sostiene, come un impulso soprannaturale che dà vigore all’anima nei momenti difficili. Quante volte ci troviamo a dire: “Signore dammi tu la forza”. Il Signore ce la dà, sempre, non ce la fa mancare.

Ci troviamo nell’ anno dedicato a san Giuseppe, pensiamo a quanta fortezza ha dovuto possedere per superare la vergogna, i giudizi e le condanne, tutto in vista di un bene più Grande, la sua forza è stato un dono per l’intera umanità.

Io ragazza prossima alla cresima, chiedo con vigore al Signore il dono della fortezza per me e i miei amici e chiedo a voi adulti di esserne per noi una testimonianza viva, ne abbiamo bisogno soprattutto in questo tempo incerto in cui tutto sembra il contrario di tutto. Siate forti. Per noi.

Grazie.

(Alessia Ruocco, felice cresimanda)

Lascia un commento

  • (will not be published)